La “Imaf Chef’s Cup” è arrivata in riva all’Arno

febbraio 16th, 2014 No Comments

Dopo il successo della prima tappa romana, la “Imaf Chef’s Cup” è arrivata in riva all’Arno. La competizione tra coppie di chef stellati ideata da Rossella Canevari si è svolta a Firenze, all’interno del ristorante “Lorenzo De Medici” del Grand Hotel Villa Medici, altra perla alberghiera della catena cinque stelle SINA.

L’appuntamento il 10 febbraio quando si sono esibiti gli chef stellati Maria Pobst e Paolo Cappuccio, rispettivamente a capo della cucina dei ristoranti La Tenda Rossa (Cerbaia in Val di Pesa – Firenze), e La Casa degli Spiriti (Costermano – Verona). La tedesca Probst, che ha iniziato in una piccola macelleria per trovare poi il successo e l’amore in Italia, ha avuto modo di dimostrare tutta la sua bravura ai fornelli lavorando per una sera al fianco del napoletano Cappuccio, chef con “il mare dentro”, che per la seconda volta ha partecipato alla manifestazione. Territori di provenienza, percorsi e approcci differenti, dunque, che per l’occasione hanno trovato in una pellicola cinematografica un punto di incontro capace di rendere giustizia al loro talento: “007 Dalla Russia con amore”.

E se lo scrittore Ian Fleming ha dato vita a un caposaldo della letteratura e del cinema come James Bond, gli chef Probst e Cappuccio si sono esibiti in un cooking show che ha lasciato il segno, grazie alle loro due creazioni: “Cappello ripieno di peposo con salsa di pecorino” e “Lecca lecca di sogliola croccante alle mandorle”. Due piatti che sono stati assaggiati dal pubblico in sala e da una giuria di esperti del settore, giornalisti e blogger del mondo enogastronomico. Presente anche l’Aset con Marco Gemelli, Paolo Pellegrini e Franco Cervelin.

I quattro criteri di valutazione della IMAF CHEFS’ CUP ’14 erano bontà del piatto, aderenza al tema, complicità di coppia e rapporto prezzo/qualità. Per assicurare la massima trasparenza in merito a modalità e continuità nella fase di votazione, ha presenziato a ogni evento in veste di giudice garante Sergio di Sabato, direttore marketing di Kimbo, sponsor della manifestazione. In aggiunta alle due delizie gastronomiche che hanno preso  vita dai cooking show della coppia di chef stellati in gara, il menù della serata vantava anche una serie di specialità proposte dallo chef resident del Ristorante Lorenzo De Medici, Giancarlo Pasquarelli, e un dolce d’eccezione cucinato a quattro mani da Giulia Stefanin e Sandro Masci di Les Chefs Blancs.

Lascia un commento