UN VIAGGIO NELL’ITALIA DEL VINO IN UN’UNICA SERATA

Un vero e proprio tour tra i terroir italiani: dal Piemonte alla Basilicata, con una puntatina in Romania.
Non un viaggio virtuale, ma la possibilità di degustare nello stesso luogo diverse cantine della nostra nazione.
Questo il filo rosso che caratterizza God save the wine l’anno che verrà, la manifestazione ideata da Andrea Gori, Firenze Spettacolo e Riccardo Chiarini e che avrà come tema il 2013 visto attraverso il percorso enologico di dodici aziende, partner dell’agenzia di comunicazione e relazioni pubbliche Pr Comunicare il vino.
Infatti, grazie ad una collaborazione tra la Pr e la coppia Gori-Chiarini, il prossimo 24 gennaio, queste aziende italiane, e non solo, saranno presenti con i propri vini al ristorante Obikà di Via de’ Tornabuoni a Firenze con ingresso dalle 19,15.
Il connubio tra la volontà di conoscere i gusti del consumatore finale delle aziende ed il nuovo modo di degustare e vivere il vino a Firenze e non solo, rappresentato da God Save The Wine – che si propone di aprire il mondo del bere di qualità a chiunque sappia ascoltare e voglia incontrare appassionati e produttori -, è alla base di questa manifestazione.
«Eccoci qua al 2013 con God Save the Wine che inizia l’anno con il consueto momento di riflessione sul vino che verrà – dicono Gori e Chiarini -. Per farlo ci vedremo da Obika, l’affascinante ristorante tutto ispirato alla mozzarella insediato nella bellissima sede di via Tornabuoni. Un buffet e un’accoglienza speciale per degustare una serie di vini largamente inediti ai nostri appuntamenti grazie a Pr-Comunicare il Vino ».
Ospite della serata anche la Maison di Champagne francese Louis Roederer.
L’ingresso con degustazione e menu a buffet avrà un costo di 20 euro.
E’ possibile prenotare presso Firenze Spettacolo a info@firenzespettacolo.it o direttamente da Obika,Palazzo Tornabuoni, Via de’ Tornabuoni 16 Tel.: +39 055 2773526 Email: firenze@obika.it
_______

Le aziende: Badia di Morrona (Terricciola, PI); Boscarelli (Montepulciano, SI); Bricchi Astigiani (Isola d’Asti, AT); Casale Pozzuolo (Cinigiano GR); Colle Santa Mustiola (Chiusi, SI); Di Filippo (Cannara, PG); Giacomo Fenocchio (Monforte D’Alba CN); Fattoria Fibbiano (Terricciola, PI); Fattoria Lavacchio (Pontassieve, FI); Pagani De Marchi (Casale Marittimo, PI); Podere La Chiesa (Terricciola, PI); Taverna (Nova Siri, Vulture MT); Terenzuola (Fosdinovo MS). Crama Delta Dunarii (Romania)
Tra le denominazioni ricordiamo: Aglianico del Vulture; Barolo; Barbera d’Asti; Chianti; Chianti Rufina; Colli di Luni; Nobile di Montepulciano; Matera; Montecucco; Montescudaio; Sagrantino.

Per Contatti stampa
Riccardo Gabriele

rg@pr-vino.it

 

Articoli correlati

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito
e per darti una migliore esperienza di navigazione.
Senza i cookie alcuni elementi del sito non potranno essere attivati.

Per maggiori informazioni leggi la nostra Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi