ASET coordina il convegno dei Georgofili sul vino in anfora

Giovedì 17 marzo alle ore 15 Aset Toscana coordinerà il convegno su “Vino in anfora fra ricerca archeologica e produzione”, realizzato dall’Accademia dei Georgofili in collaborazione con Vetrina Toscana. L’appuntamento chiude il progetto “Tra terra e mare: l’Elba in Vetrina”: un ciclo di cene che ha fatto conoscere sulla “terraferma” gli chef e i prodotti elbani e ha rappresentato un altro modo di raccontare il territorio attraverso la storia dell’isola. In particolare, nel corso del convegno si parlerà degli scavi nella zona della rada di Portoferraio, sottostante la Villa Romana delle Grotte, da cui sono emersi reperti che testimoniano la presenza di contenitori di terracotta per il vino. Da qui si partirà per parlare del rapporto tra vino e terracotta oggi, dalla produzione attuale sull’isola fino agli aspetti tecnici e sensoriali di questo antico metodo di produzione.

Interverranno:
Giampiero Maracchi, Presidente Accademia dei Georgofili
Gianni Anselmi, Consiglio regionale della Toscana
Stefano Romagnoli, Vetrina Toscana
Giampiero Sammuri, Presidente del Parco Nazionale Arcipelago Toscano
Franco Cambi e Laura Pagliantini, Archeologia dei Paesaggi. Università di Siena e Associazione Aithale
Antonio Arrighi, Azienda Agricola Arrighi
Francesco Bartoletti, Enologo Gruppo Matura
Antonello Maietta, Presidente Associazione Italiana Sommelier

coordina:
Stefano Tesi, Presidente ASET (Associazione Stampa Enogastroagrolimentare Toscana)

Seguirà una degustazione di vini in anfora, prodotti e manicaretti a cura di ELBA TASTE (prenotazioni: Daniela Mugnai – 347 8288287)

Articoli correlati

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito
e per darti una migliore esperienza di navigazione.
Senza i cookie alcuni elementi del sito non potranno essere attivati.

Per maggiori informazioni leggi la nostra Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi